L’importanza dei contenuti Live streaming per le aziende

Nel periodo in cui siamo praticamente obbligati a rimanere in casa difronte ad uno schermo – pc o smartphone – ci rendiamo meglio conto di quanto sia essenziale il rapporto con le persone; o per meglio dire le interazioni umane. Questo vale anche per le aziende, ecco perché è il momento giusto per andare Live streaming con il proprio pubblico.

Dalla diretta TV al Live streaming

Quando guardiamo la televisione, che è un mezzo di comunicazione one-to-many, è inevitabile che scappi di bocca un commento verso il personaggio di turno che partecipa alla trasmissione. Quante volte avremmo voluto intervenire ed esprimere il nostro pensiero in quel preciso istante? Adesso è possibile grazie ai mezzi che la tecnologia mette a disposizione come Facebook, Instagram e YouTube – solo per citare i più noti. Le piattaforme consentono quello che la televisione può limitatamente sfruttare con sistemi ibridi – sms o voto tramite app – ovvero la partecipazione del pubblico.

Tramite il web si genera engagement con gli utenti-spettatori, un processo che le stesse aziende possono sfruttare affinché le persone diventinounacommunity. E una community che parla del brand costruisce la brand reputation che tutte le aziende cercano di ottenere. Si crea così un legame stretto che può portare benefici sia reputazionali che economici.

Perché produrre contenuti Live

Il primo punto a favore dei contenuti Live è la facilità di ottenere materiale video di qualità grazie ad uno smartphone di fascia medio-alta e una buona connessione, conferendo professionalità al contenuto. Se pensi che sia necessario avere uno studio televisivo in casa o in azienda, ti sbagli – anche se una buona illuminazione può fare molto. Un artigiano può riprendere le fasi di creazione di un prodotto, una sartoria può creare Instagram Stories o un cantiere navale può mandare in diretta streaming la costruzione di una barca. Oppure puoi prenderti il tempo di spiegare cosa fa la tua azienda raccontando la sua storia e rispondendo alle domande della community creando quello che si chiama “storytelling aziendale”.

Un altro modo semplice di coinvolgere le persone è farle partecipare ad un evento esclusivo da remoto, tenendole aggiornate sulle fasi di preparazione e svolgimento, aggiungendo materiale inbackstage. Che sia un concerto o una conferenza con Bill Gates, puoi fare in modo che le persone seguano ed interagiscano a distanza, sentendosi emotivamente coinvolte. Non esiste limite a ciò che puoi trasmettere.

Cosa puoi ottenere

Abbiamo detto in precedenza, che le persone coinvolte nelle dirette Live sono la community del tuo brand. Non abbiamo parlato di clienti perché nelle fasi di coinvolgimento un errore grossolano che si può commettere è passare da content creator a piazzista. Possiamo sfruttare la diretta per presentare l’azienda e i suoi prodotti, ma non stiamo facendo una televendita – non fatelo! Quello che cerchiamo con una Live è il coinvolgimento degli utenti, che prima di acquistare e apprezzare il prodotto devono apprezzare il brand e sentirlo loro. Il processo di costruzione di questo rapporto fiduciario conduce naturalmente alla fase di conversione (la vendita) e con tutta probabilità il life-time-value sarà molto maggiore che non se acquisterà solo perché avrete fatto una buona presentazione del prodotto.

Conclusione

Con le dirette streaming ci facciamo conoscere ed interagiamo con le persone che sono disposte ad ascoltarci. Ecco perché è bene tenere sempre a mente che non stiamo facendo una semplice comunicazione one-to-many in stile televisivo, ma costruiamo relazioni basate su conversazioni. Queste stesse conversazioni sono i mattoni che mettono in piedi la brand reputation dell’azienda. Tanto più saremo in grado di coinvolgere gli utenti – non servono milioni di spettatori – tanto più forte sarà il senso di appartenenza delle persone alla nostra community. Più che saper vendere al maggior numero di persone, dovrai saper dialogare e ascoltare con la massima attenzione 

0 Condivisioni