Il coordinato grafico: dai forma alla tua immagine

Il logo è solo il primo tassello per la costruzione dell’immagine di un brand, un simbolo che sarà rappresentativo e distintivo del business. Che si tratti di alta moda o della boutique all’angolo della strada, creare un coordinato grafico può avere un impatto positivo sul successo dell’impresa. Vediamo perché e come crearne uno efficace.

Immagine coordinata

Intendiamo per immagine coordinata un “ecosistema” composto dal logo e gli altri elementi identificativi della comunicazione visiva come simboli, colore e carattere tipografico. Quando l’immagine risultante da questi elementi è percepita dall’esterno come proveniente dalla stessa entità, allora abbiamo un’immagine coordinata. Qualunque sia la forma e il numero degli elementi impiegati nel processo comunicativo. Se tutti gli elementi comunicano coerentemente l’immagine del brand, abbiamo raggiunto il risultato che volevamo: siamo riconoscibili dal pubblico e percepiti secondo le caratteristiche del prodotto. Per fare un esempio, immaginiamo il colore tipico dell’azienda Tiffany, il Tiffany Blue: il colore basterebbe a richiamare il nome stesso dell’azienda e la percezione di lusso,  esclusività e benessere, sensazioni tipiche legate a quel genere di prodotto, che sono parte della brand identity.

Creare il coordinato grafico

La scelta migliore sarebbe senz’altro quella di rivolgersi a professionisti che se ne occupino, ma giusto per avere un’idea di quello che significa creare un’immagine coordinata, prendi in considerazione questi passaggi fondamentali per crearne una.

Il colore è il primo elemento che salta alla nostra attenzione. Se abbiamo già un logo ben fatto dovremmo avere già uno o due colori identificativi per il brand. Come detto prima nell’esempio, il colore in certi casi diviene iconico.

Il carattere tipografico è vitale nel processo creativo tanto quanto il colore. Nella scelta del font da utilizzare è bene fare diverse prove per testare il risultato sul web: potrebbe leggersi a fatica sui diversi formati digitali in cui si intende utilizzarlo. Meglio non usare troppi font per avere un’immagine più efficace – 2 o 3 massimo.  

Immagini e icone devono risultare coerenti nella comunicazione aziendale con l’idea che vogliamo trasmettere del brand. Le icone si possono creare con software dedicati come Adobe  Illustrator oppure acquistare online. Lo stesso vale per le immagini fotografiche; attenzione però a non utilizzare immagini prese sul web senza la necessaria licenza commerciale.  

Dare una forma all’immagine

Non tutto è destinato ad essere visualizzato online. I cari vecchi biglietti da visita e la carta intestata possono ancora fare bella mostra di sé in riunioni e business meeting.  E poi ci sono i sempre apprezzatissimi gadget da distribuire agli eventi fieristici e ai clienti come tazze, penne, portachiavi etc. Il packaging stesso dovrebbe fare parte del coordinato grafico del nostro business. Vendita online e food delivery possono beneficiare largamente di questi elementi materiali della comunicazione visiva. Un piccolo accorgimento in questo ultimo caso: prima di creare la grafica per il packaging, è consigliabile farsi inviare dal fornitore il file digitale per la stampa.

Conclusione

La comunicazione aziendale deve rispettare stile e colore in tutte le sue forme: dal sito web, alle buste da lettera alla brochure. L’immagine coordinata deve essere coerente nelle comunicazioni online e offline.

0 Condivisioni