Email marketing: ma l’email davvero è morta?

Non sai come muoverti nel mare dell’email marketing? Gioca d’anticipo: scopri le maggiori tendenze e il futuro dell’email marketing per una strategia vincente!

Guarda avanti

Per chi pensa che l’email marketing sia ormai una pratica in decadenza, ecco qui un po’ di numeri. Solo nel 2020, circa 306 miliardi di e-mail sono state inviate e ricevute ogni giorno in tutto il mondo. E no, non è finita qui: si prevede che questa cifra aumenterà fino a oltre 376 miliardi di e-mail giornaliere nel 2025 (fonte: Statista).

Perché farsi scappare questa grande risorsa? Per sfruttarla al meglio è importante analizzare la situazione attuale: non è un segreto che gli algoritmi siano sempre più sviluppati per “prevedere” le nostre scelte. Quindi, è ora di sintonizzarsi sul futuro! Vediamo insieme le previsioni dell’email marketing nel 2022 (e oltre).

#1 Newsletter Recommendations

L’email è uno dei modi più diretti per raggiungere i tuoi clienti. Inserire dei consigli per l’uso dei tuoi prodotti all’interno della newsletter può fare una grande differenza: le statistiche dicono che la probabilità di click aumenta di ben cinque volte. Pensa a dei contenuti di questo genere per le tue email, questi non sono volumi da tralasciare!

#2 User-Generated Content

Eh sì, i contenuti generati dagli utenti sono, e saranno, ancora una grande leva d’acquisto. Ma cosa significa questo per una newsletter? Inserire le recensioni dei tuoi acquirenti, le testimonianze di chi ha già avuto esperienza del tuo prodotto. Per far questo ovviamente devi assicurarti che gli utenti lascino la propria opinione: un’email post acquisto mirata è quello che ti serve. Ricorda infatti che in genere siamo più portati “a scomodarci” per lasciare una recensione negativa, meno dopo un’esperienza positiva. L’attività di contatto quindi diventa fondamentale per la tua reputazione!

#3 Ottimizzazione mobile

Niente di nuovo su questo fronte in realtà. L’industria del mobile è in continua evoluzione e così il suo utilizzo. Ad oggi i nostri smartphone sono diventati tutto! Per questo non è possibile tralasciare in nessun modo l’ottimizzazione della newsletter per un uso mobile-friendly: è lì che troverai la maggior parte del tuo pubblico, la mail deve aprirsi ed essere facilmente fruibile da telefono, tienilo bene a mente!

#4 Nessuno lasci quel carrello!

Siamo indecisi, sempre. E distratti, continuamente. Abbiamo già menzionato il  ruolo fondamentale che lo smartphone ha nella vita quotidiana, non è esagerato dire che lo teniamo sempre in mano anche mentre facciamo altro! Per questo dalle statistiche risulta che  il tasso di abbandono del carrello degli acquisti digitali raggiunge il 74,3% in tutto il mondo: una percentuale enorme di acquisti non finalizzati. Un modo per riuscire a recuperarne una minima parte? Inserisci dei prodotti correlati insieme agli articoli lasciati nei carrelli nelle tue campagne, un’ottima opportunità di cross e up-selling.

#5 Personalizzazione ed esperienza di navigazione

La tendenza della personalizzazione nelle e-mail è un fattore rilevante, in quanto permette di far sentire il cliente una persona importante per l’azienda in cui sta investendo. Ci sono molti modi per farlo, ad esempio includendo il nome nell’oggetto della mail o raccomandando prodotti e contenuti specifici in base agli interessi dell’utente. Riguardo a ciò, vengono in aiuto gli algoritmi più evoluti, che riescono a prevedere e proporre all’iscritto i prodotti correlati in base all’esperienza di navigazione, riuscendo così a generare fino a quattro volte più conversioni!

#6 Interattività

Ultimo, ma non per importanza, una mail che converte deve fornire funzionalità per i destinatari affinché intraprendano le azioni desiderate dai mittenti. Ovvero? Un classico esempio sono i pulsanti cliccabili che rimandano alle tue pagine del sito, dei social o dell’e-commerce. L’email marketing infatti è una strategia che ti permette di  raggiungere nuovi e vecchi clienti, ma ha soprattutto lo scopo di spingerli a svolgere determinate azioni: senza un call to action chiara ed interattiva questo non accadrà! Un altro modo super efficace per conoscere al meglio i tuoi destinatari è quella di inserire dei sondaggi, magari premiandoli con uno sconto. Ricorda, l’elemento interattivo ti aiuta ad attirare l’attenzione dell’utente su di te e sul tuo brand.

Conclusioni

L’email marketing cambia drasticamente ogni anno, data la grande influenza delle tecnologie emergenti. Per non restare indietro in questo mondo così competitivo, è necessario essere in prima linea con le ultime tendenze di email marketing e regolare i propri piani di conseguenza. Restare sempre al passo è un vero lavoro! Affidati agli specialisti di email marketing, dai un’opportunità in più al tuo business.

0 Condivisioni